Batterie esterne “strane” per smartphone: sempre più indossabili

La batteria esterna per ricaricare lo smartphone in riserva è sempre più portatile. E all’insegna della portabilità i produttori si ingegnano per realizzare trovate decisamente fantasiose. Senza alcun dubbio è questo il caso di Xoo Belt, la cintura che ricarica i telefoni. Questo particolare accessorio è composto da tre strati: due di questi, in pelle, ne racchiudono una interna, formata da ceramica flessibile in polimeri di litio. Proprio questo strato costituisce la vera e propria batteria esterna, da 1.200 mah. Sempre in nome della massima efficienza nel minor spazio possibile la fibbia ha una tripla funzione. Oltre a chiudere la cintura e a contenere la presa di ricarica, la fibbia è un’altra batteria esterna, che aggiunge ulteriori 800 mah alla capacità della batteria. La presa di ricarica può essere collegata a un adattatore microUSB o alla Apple Lightning dello smartphone. I cinque LED luminosi segnalano il livello di carica di Xoo Belt, che per ricaricarsi completamente impiega circa 3 ore.

Per il momento questa curioso caricabatterie esterno a forma di cintura non è in commercio. Xoo Belt infatti fa parte di un progetto su Indiegogo di Nifty, start up che ha prodotto i MiniDrive. L’azienda, che ha realizzato già un prototipo funzionante di questo accessorio, intende vendere la cintura per 155 dollari. Ma Xoo Belt non è la prima batteria esterna dall’aspetto particolare.

Orange Power Wellies è una batteria esterna integrata all’interno di un paio di stivali da campeggio. Decisamente utile in luoghi senza prese elettriche, in città risultano poco pratici. InStepNanoPower è un modello di scarpe da corsa che ricaricano la batteria interna grazie al movimento. Everpurse è una borsetta che contiene una tasca in cui si può inserire il proprio smartphone per allungargli la “vita”. Se invece il viaggio è più lungo viene in aiuto lo zaino Energi+Backpack, che consente di ricaricare diversi dispositivi. Gotwind Dance Charger è il caricabatterie da discoteca: il movimento del braccio produce energia, che ricarica la batteria inserita nella fascia. Se lo smartphone ha un’autonomia limitata la fantasia è senza fine.

 

You may also like...