Realtà virtuale: i visori low cost da connettere allo smartphone

La realtà virtuale sta muovendo i suoi primi passi nel mercato tecnologico di massa e ancora non ha assunto una vera e propria dimensione autonoma. Per questo motivo le aziende, coniugando praticità ed economicità, ne approfittano per realizzare visori di realtà virtuale low cost basati sugli smartphone. Con un terminale di ultima generazione e una “maschera” l’utente può visualizzare titoli dedicati in modo ultrarealistico, con appositi accorgimenti grafici. Attualmente le soluzioni proposte non sono numerose ma certamente hanno un prezzo contenuto, se non stracciato.

Archos VR Glasses: smartphone da indossare

Archos VR One

 

Il produttore di smartphone ha realizzato un visore a realtà aumentata, acquistabile sul mercato ad un prezzo low cost di 29,99 euro. L’Archos VR Glasses presenta un alloggiamento in cui l’utente può inserire uno smartphone non superiore ai 6 pollici di display e con processore quad-core. Sono stati sviluppati un centinaio di titoli VR per Android, iOS e Windows Phone, a cui presto si potrà giocare per mezzo di un controller Bluetooth. Inoltre l’aggiornamento di Archos Video Player sarà in grado di simulare il 3D, per regalare un’emozionante esperienza tridimensionale e completa durante il gioco.

Zeiss VR One: realtà aumentata in ottica tedesca

Zeiss VR One

 

Il leader tedesco dell’ottica offre un supporto per la realtà virtuale molto professionale. Pur non essendo autonomo dallo smartphone, le lenti Zeiss montate sullo Zeiss VR One amplificano la visuale a 100 gradi, e ottimizzando il contenuto multimediale. Gli alloggiamenti in cui deve essere depositato il terminale supportano attualmente solo i supertop di gamma iPhone 6 e Samsung Galaxy 5, ma l’azienda ha promesso adattatori per trasformare anche altri smartphone (da 4,7 a 5,2 pollici) in straordinari strumenti di realtà aumentata. Il prezzo, leggermente meno low cost rispetto agli altri dispositivi, si attesta sui 99 dollari.

Google Cardboard: realtà virtuale a pochissimi euro

RGoogle Cardboardealtà virtuale di cartone. Sembra uno scherzo ma non lo è: è proprio questo il materiale, super low cost, impiegato da Google per realizzare il suo Google Cardboard. In realtà questo supporto per la realtà virtuale non è nemmeno prodotto da Big G. Sul sito sono solo presenti istruzioni per creare a casa propria il visore, ma gli utenti che non hanno simpatia per le forbici e la colla possono acquistarlo già pronto su alcuni store online per pochi euro. Google ha sviluppato alcune applicazioni per la visione VR, dall’app ufficiale per Google Cardboard a VR Cinema, che consente di visualizzare sullo schermo un video “splittato”. E la Volvo ha scelto proprio il visore di Google per  promuovere la sua nuova automobile.

 

 

 

 

You may also like...